news_findlay_turbines

 

Continua il trend di crescita degli investimenti di alcune fra le più importanti aziende americane nella produzione locale o nel re-shoring, la “rilocalizzazione” negli Stati Uniti di capacità produtiva precedentemente trasferita all’estero (off-shoring).

Il 19 febbraio una delle più importanti aziende americane nel settore dell’appliance, Whirlpool, ha annunciato un piano di investimenti per 40.6 milioni di dollari per l’espansione dei propri stabilimenti di Findlay, Ohio, dove si producono oggi macchine lavastoviglie. E’ prevista la creazione di 50 nuovi posti di lavoro. L’ampliamento, di circa 8000 mq, aggiungerà ulteriore capacità di assemblaggio e stoccaggio a supporto della domanda crescente di prodotti Whirlpool; consentirà inoltre di migliorare il processo di movimentazione delle parti e prodotti finiti attraverso l’impianto. La cerimonia di inaugurazione è pianificata per la prossima primavera, dopo l’approvazione finale del piano di supporto e assistenza da parte dello stato dell’Ohio e della comunità locale.

Jim Keppler, vice presidente dell’organizzazione che in Whirlpool si occupa di Integrated Supply Chain and Quality, ha sottolineato come questo investimento sia un ulteriore esempio dell’impegno di Whirlpool verso l’industria manifatturiera americana. “Rappresenta non solo un investimento nelle donne e negli uomini dello stabilimento di Findlay, ma anche nei molti altri dipendenti Whirlpool che assemblano e producono elettrodomestici nei nostri otto stabilimenti statunitensi. Siamo orgogliosi di impiegare più lavoratori americani di qualsiasi altro produttore americano di elettrodomestici, e questo investimento è del tutto coerente con la nostra leadership nel settore”.

Whirlpool Corporation continua a creare posti di lavoro e ad investire nel settore manifatturiero statunitense. Dal 2010 ha investito più di 1 miliardo di dollari in nuovi stabilimenti o in espansioni di stabilimenti esistenti, inclusi i 40 milioni di $ per l’ampliamento e la ristrutturazione dello stabilimento produtivo di Greenville, che creerà  400 ulteriori posti di lavoro entro il 2018.

Secondo Dale Laws, responsabile dello operations di Findlay, “Questo progetto è il risultato della nostra straordinaria partnership con lo stato dell’Ohio, con JobsOhio e con le istituzioni locali, che hanno svolto un ruolo determinante nell’assicurare al nostro stabilimento la realizzazione del progetto. Abbiamo di fronte a noi un futuro avvincente; questo è un importantissimo segno di fiducia verso tutti noi da pare di Whirlpool, Findlay, e da parte dell’intera comunità di Findlay”.

Tra i recenti investimenti di Whirlpool nello stato dell’Ohio vanno citati i 200 milioni di dollari nello stabilimento di Clyde (lavatrici) così come il trasferimento, sempre a Clyde, della linea produttiva di lavatrici a carica frontale, avvenuto nel 2014. Quest’ultima operazione ha creato circa 100 posti di lavoro e ancora una volta ha riaffermato l’impegno dell’azienda a mantenere le fondamenta completamente americane della propria produzione manifatturiera e della forza lavoro qualificata.

“L’annuncio di 50 nuovi posti di lavoro alla Whirlpool di Findlay è un’ottima notizia per lo stato dell’Ohio, dove l’azienda già impiega più di 10.000 lavoratori in 6 differenti stabilimenti”, ha ribadito Kristi Tanner, Managing Director di JobsOhio. “L’investimento dimostra la fiducia di Whirlpool nei lavoratori dell’Ohio e l’impegno a mantenere il livello di qualità dei propri prodotti, venduti in tutto il mondo”.

Nello stabilimento di Findlay la multinazionale americana assembla lavastoviglie per l’intero portafoglio dei propri brand: Whirlpool, Mayag, KitchenAid e Jenn-Air.

Fonte: Appliance Design

Scopri come produrre negli USA con la tua azienda

Share This