L’ American Enterprise Institute (www.aei.org) ha costruito una mappa degli Stati Uniti d’America che associa ad ogni stato americano la nazione straniera più simile per dimensioni del prodotto interno lordo, utilizzando i dati del Bureau of Economic Analysis per il dato sul PIL dei singoli stati, quelli dell Fondo Monetario Internazionale per le nazioni straniere. Per ogni stato americano (incuso il Disctrict of Columbia), l’AEI ha identificato la nazione economicamente più simile quanto a valore del PIL nominale nel 2015. E’ stata scelta la migliore corrispondenza tra i dati di ogni stato e quelli del paese straniero, in alcuni casi con PIL leggermente superiore, in altri leggermente inferiore rispetto al PIL dello stato considerato. I risultati sono rappresentati graficamente nella mappa sopra riportata e, in dettaglio, nella tabella a fine post.

Questa prospettiva offre una visione ancor più impressionante dell’economia americana (un gigante da 18 trilioni di $), mettendo in evidenza, ad esempio, alcuni dati rilevanti:

  1. La California è lo stato americano con la maggiore produzione economica, pari a circa 2.46 trilioni di $, poco più dell’economia della Francia nel 2015 (2.42 trilioni di $). A questo dato bisogna aggiungere che la forza lavoro attiva in California è di circa 19 milioni di persone, da confrontare con i 25 milioni di lavoratori attivi in Francia. La Francia, quindi, per produrre quanto la California, ha utilizzato il 32% – circa 6 milioni di persone – di forza lavoro in più. Evidenti le considerazioni sulla produttività. Infine, la California, considerata come nazione a sé, si collocherebbe al 6° posto tra le economie mondiali, prima della Francia (2.42T$), dell’India (2.09T$) e non troppo indietro rispetto al Regno Unito, 5° con 2.85T$.
  2. La seconda economia tra gli stati americani, quella del Texas, ha prodotto un PIL di 1.59 T$ nel 2015, che collocherebbe il Lone Star State al 10° posto tra le economie mondiali. Il PIL texano è leggermente superiore a quello del Canada (1.55 T$) ma, in termini di produttività, la forza lavoro attiva in Canada, pari a 18 milioni, è superiore del 50% rispetto a quella del Texas, 12 milioni. Sono cioè stati necessari al Canada 6 milioni di lavoratori in più rispetto al Texas per ottenere la stessa produzione economica.
  3. Pur con tutta la ricchezza derivante dal petrolio, l’economia di un paese come l’Arabia Saudita, pari a 653 miliardi di $, è inferiore rispetto a stati come la Pennsylvania (689 miliardi di $) o l’Illinois (775 miliardi di $).
  4. La terza economia americana, quella dello stato di New York – PIL 2015 di 1.44 T$ – è stata leggermente superiore a quella della Corea del Sud (1.38 T$). Come nazione separata, lo stato di New York si collocherebbe all’11° posto tra le economie mondiali, davanti sia alla Corea del Sud (1.38 T$) che alla Russia (1.32 T$). Incredibilmente, la Corea del Sud impiega circa il triplo dei lavoratori dello stato di New York (26 milioni contro 9.2) per produrre lo stesso output in termini economici.
  5. Altri confronti interessanti: la Florida (883 miliardi di $) ha realizzato un PIL paragonabile all’Indonesia (859 miliardi di $), pur con dimensioni della forza lavoro (9.3 milioni) pari a circa l’8% di quelle indonesiane (115 milioni). La produzione dell’Illinois (775 miliardi di $) è invece stata leggermente superiore a quella dei Paesi Bassi (738 miliardi di $), e anche in qusto caso il risultato è stato ottenuto impegnando il 25% in meno di 6.2 milioni per l’Illinois conro 8.34 milioni per i Paesi Bassi.

Complessivamente, gli Stati Uniti hanno totalizzato nel 2015 il 24.5% del PIL mondiale, con solo il 4.5% della popolazione. Tre stati americani (California, Texas e New York) – considerati come nazioni separate – si sarebbero collocati fra le prime 11 nazioni al mondo. Questi tre stati hanno registrato un PIL di 5.5 T$ nel 2015, e considerati come unica nazione, si sarebbero collocati al terzo posto nella classifica mondiale, precedendo l’attuale numero 3, il Giappone (4.1 T$) di quasi 1.5 T$. Uno fra questi stati – la California – ha prodotto un PIL superiore a 2 T$, gli altri due – Texas e New York – superiore a 1.5 e 1.4 T$ rispettivamente.

Considerando le dimensioni della forza lavoro, non esiste alcun paese al mondo capace di raggiungere simili valori di produttività, misurata in PIL per lavoratore.

Vuoi conoscere le opportunità per la tua azienda negli USA?

Contattaci
Share This