FAQ

Le risposte ad alcune delle domande che spesso ci sentiamo rivolgere.

 

1. Oggi il mercato USA è ancora un mercato strategico?

Sì. Secondo il Rapporto congiunto ICE/Ministero degli Esteri del 2012, gli Stati Uniti d’America (USA) si collocano al terzo posto nella lista dei partner commerciali per l’Italia, dopo Germania e Francia, assorbendo il 5,7% delle Esportazioni Italiane, per un totale di oltre 26,7 Miliardi di Euro. Secondo la medesima fonte, in un rapporto aggregato del 2009, i 3 principali settori di esportazione sono:  Meccanica per il 19%, Moda e Tessile per oltre il 13% e Agroalimentare/Vino per l’11%.  Va aggiunto poi che Gli USA sono un economia in chiara ripresa, che ha registrato una crescita del PIL del 2,2% nel 2012. Vanno inoltre considerate le seguenti caratteristiche:  grandi  dimensioni geografiche e demografiche (oltre 350 milioni di abitanti), stabilità politica e legislativa,  dinamicità dei consumi e dinamicità nel mercato del lavoro, assieme al grande apprezzamento del “Made in Italy” come garanzia di qualità,  rendono questo Paese uno dei  mercati più interessante del mondo e il più compatibile con le aziende italiane.

2. Qual è il modo migliore per affrontare il mercato americano?

Il modo migliore è costituire una propria filiale americana. Essere presenti direttamente infatti permette alla casa madre italiana di ottenere i guadagni di un distributore, apprendere la realtà del mercato americano in prima persona, proteggere l’immagine del brand, gestire la strategia in loco ed essere sicuri che la giusta attenzione sarà dedicata ai propri prodotti e all’assistenza al Cliente.

3. Può un’azienda di medio/piccole dimensioni avere successo nel mercato americano ?

La dimensione non è un fattore critico di successo. Il prodotto ed un corretto approccio al mercato sono gli elementi chiave per una presenza stabile e remunerativa negli Stati Uniti. Fattore strategico è garantire  al cliente americano il livello di servizio che questi si aspetta.

4. Global Export Network fornisce servizi solo alle PMI italiane negli Stati Uniti o è attivo anche in altri Paesi?

Global Export Network opera principalmente sull’asse Italia/Nord America e supporta quindi aziende italiane interessate ad espandersi negli Stati Uniti e in Canada.

5. Quali sono gli Stati USA dove Global Export Network è maggiormente presente?

Global Export Network ha il suo Headquarter in New Jersey. In Italia ha uffici a Milano. Negli USA ha inoltre uffici in Texas, Michigan e Georgia, da cui opera per conto dei suoi Clienti in tutti gli Stati Uniti.

6. Quali sono i settori merceologici in cui Global Export Network è specializzata?

I principali Clienti di Global Export Network sono nel settore della Meccanica. I Senior Partner di Global Export Network provengono da importanti esperienze industriali  in tutto il continente americano e hanno familiarità con la tecnologia: Meccatronica, macchine ed attrezzature agricole, impianti, componentistica industriale, lavorazioni della plastica, packaging e food processing.

7. Quale approccio suggerisce Global Export Network ad una azienda che vuole entrare per la prima volta nel mercato americano?

Gli Stati Uniti sono un continente complesso e distante dalle abitudini di vita e di lavoro italiane, e per questo vanno affrontati con obiettivi chiari e accuratamente ponderati. Quando gli obiettivi sono stati definiti il primo passo è munirsi delle certificazioni necessarie, poi  definire  un piano commerciale, comprensivo di un piano di investimento strutturato nel tempo. Global Export Network, grazie alla sua lunga esperienza, mette a disposizione un approccio sistematico, basato su fattori concreti e pratici, che consente di risparmiare tempo, costi e fare investimenti oculati.

8. Può un’azienda di piccole dimensioni affrontare da sola il mercato americano?

Global Export Network consiglia alle piccole aziende di organizzarsi in una Rete d’Impresa. Le aziende possono mettersi in rete con il supporto di fondi pubblici quando esistono delle sinergie di prodotto o di processo; e in questo modo si possono condividere i costi della gestione amministrativa e del Business Development che Global Export Network offre.

Vuoi capire meglio le opportunità che il mercato americano offre?

Contattaci